/, Tendenze/L’importanza dell’analisi dei Big Data per le aziende

L’importanza dell’analisi dei Big Data per le aziende

Il mondo avanza implacabile verso la digitalizzazione e le dinamiche di mercato cambiano rapidamente. Sempre più aziende e imprese adottano metodologie intelligenti per far crescere il proprio business. Per questo nascono strumenti e tecnologie che possono aiutare le aziende a raggiungere i propri obiettivi in maniera più efficiente.

Di questi processi fanno parte i Big Data Analytics, che aiutano le organizzazioni a migliorare le prospettive di crescita economica. Questo processo prevede l’analisi dei Big Data al fine di scoprire informazioni di business importanti, per esempio sui trend di mercato, sulle abitudini dei consumatori o su dinamiche oscure di vario tipo. Questo genere di informazioni può aiutare le aziende a sviluppare tecniche di marketing efficaci, nuove opportunità di profitto e una maggior efficienza operativa. Chiaramente,  tutto questo aiuta ad ottenere vantaggi sulle aziende rivali.

 

 “Data really powers everything that we do.” – Jeff Weiner, chief executive of LinkedIn

L’analisi dei Big Data

I Big Data Analytics permettono agli analisti professionisti di esaminare e analizzare grossi quantitativi di dati. Sulla base delle loro scoperte, le aziende possono prendere decisioni di business più ragionate. Le analisi possono essere eseguite sulle e-mail dei clienti, sull’attività nei social media, sui contenuti provenienti dai social media o sulle risposte dei clienti ai sondaggi.

Ci sono svariati strumenti di analisi che vengono utilizzati nella consultazione dei Big Data. Questi includono il data mining, l’analisi dei testi, l’analisi predittiva e l’analisi statistica. Chiaramente, questo tipo di lavoro non può essere svolto tramite gli strumenti di analisi e le soluzioni di business tradizionali. Utilizzano tecniche eccezionali per analizzare quantitativi enormi di dati non strutturati. Innanzitutto, i dati non strutturati vengono convertiti in piccole strutture e successivamente vengono identificate delle connessioni.

Per esempio, quando un’azienda vuole comunicare il proprio valore ai potenziali clienti, prova a rendere il processo il più efficiente possibile sul piano dei costi. L’obiettivo è di raggiungere più gente possibile utilizzando meno risorse possibile. Ma se si punta al gruppo sbagliato di persone, l’azienda può incorrere in grosse perdite economiche e in uno spreco di risorse. È qui che entrano in gioco i Big Data Analytics, mostrando quali clienti hanno il maggior potenziale come possibili futuri acquirenti. Quando la strategia di marketing viene applicata a questo gruppo di persone analizzate, viene convertito il massimo numero possibile di potenziali clienti.

Inoltre, i big data hanno un impatto e una ricchezza d’informazioni superiore ai dati normali. Grazie ad essi è possibile risolvere anche i problemi di business più complessi. Allo stesso tempo, possono suggerire nuove opportunità e nuove prospettive di business.

A conti fatti, i Big Data Analytics sono molto più che una semplice nuova tecnologia. Al termine del 2020, il mondo avrà a disposizione un quantitativo di dati superiore di 50 volte a quello attuale. Non ci sono dubbi che le persone in grado di sfruttarli saranno i padroni del futuro.

 

By | 2017-09-17T19:05:04+00:00 settembre 9th, 2015|News, Tendenze|0 Comments

About the Author:

Marketing della Formazione, eLearning analyst, learning tech fan, Instructional designer, Formatore

Leave A Comment